Terapia di coppia per amanti- Diego De Silva

L’amante: un fazzoletto di terra a statuto speciale dove abbandonarti ai tuoi desideri più essenziali, provvisoriamente esentato dalle molteplici rotture di coglioni che ti ammorbano l’esistenza quotidiana.

E’ così, già dalle prime righe che Modesto, il coprotagonista definisce la sua concezione di amante. Una parentesi di piacere incastrata in una vita di impegnativa routine quotidiana in cui i doveri verso la famiglia e il lavoro gareggiano per arrogarsi la priorità. L’amante è colui/colei che sospende temporaneamente le tue preoccupazioni (Modesto le chiama diversamente, senza l’appropriazione di mezzi termini) che derivano dal tuo essere marito o moglie, padre o madre, le mette in stand-by e per quell’arco di tempo in cui sei lontano da tutto questo, tu sei soltanto qualcuno che ama qualcun altro. Un amante. Amo, amas, amat. Ma per quanto arguti si possa essere (o si possa pensare di essere), cadere nel tranello è più semplice che accorgersene in tempo, e immediatamente ti ritrovi innamorato. O fregato, dipende dalla prospettiva. Ma in genere, trovarsi innamorato del proprio amante non porta alcun genere di vantaggio, al contrario crea confusione e dubbi, perdiamo il controllo delle nostre emozioni. Diego De Silva disegna la perfetta immagine di una coppia di amanti nello scenario moderno, ognuno con le proprie imperfezioni e debolezze, e partendo proprio da ciò che succede a questa ordinaria coppia adulterina (ciò che succede inteso come ciò che accade nei loro sentimenti) include interrogativi di estrema attualità. Il protagonista stesso si domanda per quale ragione non apprezziamo tutti i vantaggi che porta la vita coniugale, e ricorriamo ad espedienti di cui teoricamente non avremmo bisogno (in quanto tutto ciò che la “doppia vita” mette a nostra disposizione lo abbiamo già) mettendo a repentaglio il nostro matrimonio. Perchè siamo disposti a distruggere quello che con le nostre mani e i nostri sacrifici abbiamo costruito? Oggi avere un amante non solo è uno status pericolosamente diffuso, ma è addirittura gratificante. Diventa una ragione di vanto. C’è qualcosa di malato in questa società che inietta falsi e altrettanto malati desideri che crediamo possano essere soddisfatti soltanto da qualcuno che non sia il nostro coniuge. Molte delle nostre volontà non ci appartengono, ma noi ingenuamente crediamo che siano frutto della nostra complessità umana e opponiamo una resistenza quasi nulla davanti a questo sfrenato bisogno di realizzazione, e di quella persona che abbiamo accanto e che, soprattutto ci ama ne azzeriamo il valore, fino al momento successivo in cui finalmente abbiamo ceduto, riprendiamo parziale possesso della nostra razionalità tirando le dovute somme, e realizziamo -ci sorprendiamo pure!- di esserci comportati, passatemi il termine, da vere merde. Il mio non vuole essere un inno alla fedeltà, ma solo un’introduzione di ciò che penso in merito alle questioni che il romanzo di De Silva pone sotto i riflettori della nostra attenzione.
Viviana e Modesto, la coppia di protagonisti, affrontano una crisi che in un contesto alternativo potrebbe definirsi “di coppia”. Ma il punto è proprio questo, vengono in superficie dubbi sullo stesso significato di essere amante, quindi in effetti si potrebbe anche dire che affrontano una crisi di coppia. Per riprendere in mano la loro vita di amanti si rivolgono ad uno specialista, trasformato in un divo dai media, il quale si lascia coinvolgere totalmente dal singolare caso. Con una piacevole ironia, Diego De Silva si muove con destrezza in un’analisi introspettiva dei suoi personaggi, alimentando l’empatia del lettore. Un romanzo leggero, scorrevole e che soprattutto non può mancare nella nostra libreria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: