Natura&Letteratura: una Marina in festa

Il 2016 è l’anno dei Festival Letterari. Da lettrice e da siciliana, non mi sono lasciata sfuggire nemmeno “Una marina di libri”, Festival dell’Editoria Indipendente, che quest’anno si è svolto (dal 9 al 12 Giugno) in un paradisiaco Orto Botanico, quello di Palermo. Una perfetta sintonia quella tra natura e cultura, che mai prima di quel momento avevo sperimentato in modo così intenso. Passeggiare tra gli stand di Case indipendenti, riempire i pomoni di aria pura e incontaminata, sfogliare libri e dialogare con gli editori, mi ha restituito la serenità di quando ero bambina. E percepire la stessa armonia anche in coloro che mi stavano intorno, questo completa il quadro generale di una giornata perfetta. Perfino le zanzare si sono tenute lontane. Ad animare il Festival, più di 80 case editrici italiane, scrittori, artisti, musicisti. Da Iperborea a Tunuè, da l’Orma a Sur. Ognuno con le sue particolarità, con le sue storie da scoprire e raccontare. Seminari, presentazioni, dibattiti e iniziative anche per i più piccini. Le sorprese non sono mancate nemmeno a chiusura dell’evento: l’evento ha raggiunto il record di oltre 10 mila libri venduti, accompagnati da un record di visitatori. Una bella risposta a chi sostiene che in Sicilia l’interesse verso la cultura sia povero o addirittura inesistente; a chi non crede nel valore del Sud; a chi mette i bastoni fra le ruote agli operatori culturali, tagliando fondi e scoraggiando i giovani imprenditori; a chi non riesce ad immaginare un futuro dignitoso se non da Roma in su. Ma “Una marina di libri” non finisce qua: per dar continuità alla sua presenza, decide di mettere radici e creare una biblioteca dell’editoria indipendente nel centro di Palermo, che ospiterà i libri delle case editrici indipendenti (circa 400 libri) che hanno avuto modo di partecipare alle sette edizioni. Cos’altro aggiungere?
Inutile dirvi che, al solito, ho fatto incetta di segnalibri bellissimi e Shopper bag letterarie che ho aggiunto a quelle acquistate al Salone del Libro il mese scorso. Naturalmente ho acquistato qualche libro, nei limiti delle mie possibilità sostengo sempre quello che è il mondo degli indipendenti. I libri in questione sono:
“Preghiera per Chernobyl” del premio Nobel 2015 Svetlana Aleksievic  (E/O edizioni)
“Il pozzo” di Juan Carlos Onetti, della collana (Sur)
“Bestiario” di Juan Josè Arreola (Sur)
In futuro avrò modo di parlarvi di questi acquisti, nel frattempo se li avete letti mi farebbe piacere leggere i vostri pareri e discuterne un po’.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: