Cecità- Josè Saramago

41aloi5e6ol-_sx322_bo1204203200_

Quello che non vi avevo detto, è che in alcuni dei miei scaffali ho libri che ho comprato anni -letteralmente anni!- fa e i miei sensi di colpa crescevano di giorno in giorno. Quindi per rimediare, sto facendo l’immane sforzo di non cadere nella tentazione di acquistarne altri. Tra questi sventurati romanzi, ho pescato questo autentico capolavoro. Non tutti apprezzano Saramago per il suo stile molto particolare -senza punteggiatura, dialoghi liberi-, eppure non ho trovato difficoltà nel seguire la storia. L’apprezzarlo o meno credo dipenda dai nostri gusti e le nostre abitudini. La scorrevolezza è presente sin dalla prima pagina, il coinvolgimento è immediato e ci si adegua rapidamente alla struttura narrativa del romanzo, privo di capitoli, di riferimenti storici, geografici e persino dei nomi dei protagonisti. Questo romanzo distopico ci trasporta in un mondo moderno che a causa di un’epidemia chiamata “mal bianco”, si trasforma in un vero inferno. Questo mal bianco consiste in una forma di cecità mai conosciuta prima. Un mare di latte invade la vista di tutti gli abitanti della Terra. O sarebbe preferibile dire quasi tutti. Soltanto una donna ha ancora la capacità di vedere, ma ciò non determina necessariamente un vantaggio sugli altri ciechi: costretta ad assistere ad abominevoli orrori, si rende conto di quanto l’umanità possa cadere in basso, nella più assoluta barbarie. Capisce che per quanto gli uomini possano avvicinarsi alla modernità e all’avanguardia, per quanto possano essere alte e nobili le loro aspirazioni, per quanto possano essere vicini alla civiltà, non saranno mai più lontani di tre passi dai nostri più distanti antenati, gli uomini primitivi. La cecità fa cadere ogni sano principio di vivere civile, lasciando spazio alla legge del più forte guidata da un innato istinto di sopravvivenza. Homo homini lupus. Il forte che deruba il debole.

Non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo. Ciechi che, pur vedendo, non vedono.

Nessuno fino al momento dell’epidemia di cecità se ne era mai accorto. Abbiamo tutte le comodità e la tecnologia a nostra disposizione, ma l’essenziale non l’abbiamo mai saputo apprezzare, e mai saremo in grado di farlo. Fino a quando le circostanze non metteranno a nudo le nostre reali esigenze da esseri appartenenti al regno animale. Lo scrittore portoghese sembra voler introdurre in modo del tutto originale la concezione di un uomo egoista e primordiale, che nel progredire dei secoli si è celato sotto strati di norme comportamentali e convenzioni sociali illudendosi di una reale evoluzione della specie. L’originalità della storia è densa di significati nascosti, sui quali varrebbe la pena soffermarsi per sottoporli ad un’analisi critica. “Cecità” è un romanzo che dice molto di noi, che aiuta a capirci. Lasciatevi trasportare da questo Nobel come in un viaggio, da cui ne uscirete cambiati.

Consigliato: 

Annunci

10 commenti

  1. L’ho letto e riletto ed ho anche visto il film interpretato magistralmente da una splendida Julianne Moore. Da tenere in primo piano sulla libreria. 😀

    Liked by 1 persona

  2. Un romanzo imprescindibile, che tutti dovrebbero leggere. Grandissimo Saramago.

    Mi piace

  3. Di Saramago ho letto “Le intermittenze della morte” e mi sono ripromessa di leggere altro perché è un autore troppo straordinario per essere ignorato…

    Liked by 1 persona

  4. Mi è venuta voglia di leggerlo.
    A te come ha cambiato la vita?

    Mi piace

    • In primo luogo mi ha dato una nuova percezione di quanto sia grande la capacità di adattamento dell’uomo nelle situazioni più estreme. In secondo luogo, mi son trovata davanti ad un mondo che non avevo mai osservato in nessun altro libro, abitato da un’umanità in cui prevalgono ora l’egoismo e l’istinto di conservazione, ora i gesti spontanei e altruistici verso i propri simili. Vedi nello stesso libro un gruppo di uomini che ruba il cibo in modi deplorevoli e un bambino che riesce a sopravvivere grazie alle privazioni di una donna che non è nemmeno sua madre. Ciascuno ha un modo diverso dagli altri di reagire e approcciarsi a quella che oggettivamente è la stessa disperata situazione, la cecità. Ciò è sufficiente a dare un fotogramma della complessità del genere umano.
      Buona lettura!

      Liked by 1 persona

  5. gabriellafiorentino

    Volevo commentare e ti ho tolto il “like” per sbaglio. Mai fare le cose prima del secondo caffè.
    Comunque, bellissima recensione! Sono contenta che ti sia piaciuto. Come hai detto tu è un autore particolare, con uno stile che può risultare anche complesso all’inizio, però se è nelle tue corde, una volta cominciato è come un vortice, è veramente difficile lasciarlo e uscirne. Ti trascina. Tra i suoi che ho letto questo resta il migliore e il più coinvolgente.

    Liked by 1 persona

    • Gabri! Scusa il ritardo mostruoso ma sto leggendo solo ora i commenti degli ultimi 3 mesi. Saramago è riuscito a catturarmi da subito, sicuramente un tipo di scrittura che si addice ai miei gusti letterari. Al più presto vorrei recperarne altri 🙂

      Mi piace

  6. Io l’ho letto qualcosa come 6 o 7 anni fa per un gruppo di lettura.
    Per me è stato un pugno nello stomaco così forte che non ho voluto vedere il film (e non credo lo vedrò MAI).
    Di solito non rileggo libri perché ne ho millemilioni da leggere e quindi non ho mai sentito la necessità, ma se mai lo farò di certo non sarà questo libro.
    Tutto questo non perché sia brutto o scritto male, anzi, è scritto talmente bene che la storia mi è arrivata come un treno addosso. Non ci tengo a rivivere le emozioni provate con questo libro. Un maestro della narrazione. E’ riuscito pienamente a trasmettermi ciò che voleva, infatti mi ha distrutta.

    Liked by 1 persona

    • E’ molto forte come libro, altrettanto lo è il messaggio che trasmette. Non tutti riescono a reggerne il peso, comprendo il tuo shock. In genere nemmeno io rileggo i libri, e non credo neanch’io di tornare a rileggerlo perchè lo farei in una maniera diversa. Voglio ricordare la storia così come me la sono immaginata.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: