Must-read book tag

Oggi vi propongo una cosa diversa e, per l’occasione mi faccio conoscere un po’ meglio. Ringrazio di cuore https://lasiepedimore.wordpress.com/  per la nomina, ecco le mie risposte al Must-read book challenge.

Domande del TAG

In che modo, solitamente, scopri nuovi libri da leggere?

Fino a una manciata di anni fa scoprivo nuovi libri esplorando le  librerie cittadine di riferimento. Che sono davvero poche, ma ben rifornite. Passavo ore tra gli scaffali a scrutare copertine e (molto più raramente) a leggere le trame. Da qualche anno il mio approccio alle nuove letture è radicalmente cambiato, grazie a due novità: i social.
Instagram, Facebook, Blog, Youtube… La mia scelta di nuove letture dipendono oggi sostanzialmente da ciò che i miei bookblogger/booktuber “di fiducia” postano su queste vetrine virtuali. La seconda novità riguarda sempre il web: parlo del glorioso mondo dell’e-commerce librario. Spulciando le sezioni d’interesse di Libraccio.it o Ibs.it trovo sempre nuovi libri da leggere, è una scoperta continua e soprattutto vantaggiosa per i poveracci come me sempre alla ricerca dello sconticino, della promozione.

I premi letterari influenzano la tua wishlist?

Non particolarmente. In genere mi piace seguire l’assegnazione dei premi letterari. Quando un vincitore mi incuriosisce cerco di informarmi, di capire se rientra nelle mie corde, se mi capita qualche libro premiato in promozione ne approfitto ma non parto con l’idea di acquisirlo ad ogni costo.

Ti senti in dovere di leggere libri considerati opere fondamentali della letteratura?

Sono molto legata alla letteratura, riconosco di essere ancora ignara di molti dei pilastri che ne hanno determinato la storia, per cui più che un dovere sento di VOLERE leggere le opere più importanti. E’ una questione di curiosità, di volontà di conoscere, confrontare, crescere, completare.

I libri che desideri leggere sono influenzati dal punteggio che hanno su Goodreads?

No. Goodreads è un social che utilizzo principalmente per due delle sue funzioni: tenere aggiornata la mia lista di libri letti e la Reading Challenge. La Reading Challenge è sacra!

Quali sono, secondo te, alcuni dei libri più sottovalutati?

Ce ne sono tanti sottovalutati, soprattutto di italiani: quelli di Mauro Corona, per citare un esempio.
Se dovessi fare un esempio internazionale, direi Jacqueline Carey.

Quali libri hai comprato perché tutti ne parlano positivamente?

La lista sarebbe troppo lunga, mi soffermo solo sugli ultimi acquisti:
Figli della polvere, Colin Winnette
La versione di Barney, Mordecai Richler
Dalle rovine, Luciano Funetta
L’isola di Arturo, Elsa Morante
Ogni cosa è illuminata, J Safran Foer

Rilancio il seguente Must-read book tag ai seguenti blog:

https://immersanellalettura.wordpress.com/

https://cioccolatoelibri.wordpress.com/

https://labibliotecadidaniela.wordpress.com/

https://appetitiletterariblog.wordpress.com/

https://controletture.wordpress.com/

https://onrainydaysblog.wordpress.com/

https://bookcoffeesite.wordpress.com/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: