Racconti di Natale – AA.VV.

RACCONTI DI NATALE def_lay

“Quando Della giunse a casa, l’ebbrezza cedette il passo alla prudenza e alla ragione. Tirò fuori i ferri arricciacapelli, accese la luce e si dedicò a rimediare ai danni inferti dalla generosità aggiunta all’amore. E questo, cari amici, è sempre un compito tremendo, un’impresa colossale.”

Nel giorno della Vigilia di Natale, tra preparativi e frenetiche corse al regalo dell’ultimo momento, è importante ritagliare uno spazio, seppur minimo, alla lettura. Personalmente il periodo natalizio per me significa maggior tempo da dedicare ai libri, rispetto al resto dell’anno. “Racconti di Natale” è un libro adatto a grandi e piccoli, e perfetto sia da leggere che da regalare a Natale. Pubblicata da Elliot Edizioni, questa raccolta include dieci tra i più straordinari racconti a tema natalizio che siano mai stati scritti: da Oscar Wilde ad Arthur Conan Doyle, da Mark Twain al fiabesco Hans Christian Andersen. Dieci racconti, uno più bello dell’altro.

Scene magiche, surreali, talvolta bizzarre si intrecciano ad una morale narrata attraverso geniali metafore (come ad esempio l’esistenza delle cinque Caverne dei Demoni, quella dell’Egoismo, dell’Invidia, dell’Odio, della Cattiveria e del Pentimento, nel racconto di L. Frank Baum “Hanno rapito Babbo Natale”). Sorprendente e particolarmente brillante il racconto di Conan Doyle “L’avventura del granato blu”, che narra un altro dei misteriosi casi del detective più noto di sempre. Con “Il tenace soldatino di stagno” di Christian Andersen sono lacrime assicurate. In fondo un pizzico di tristezza non guasta mai, a mio modo di vedere. Altrimenti, diventa tutto troppo bello, troppo perfetto, troppo banale e principesco. Ricorre in alcune di queste brevi novelle il tema della povertà, della miseria umana, degli angoli del mondo in cui quello di Natale è un giorno come gli altri, senza luci nelle case o regali sotto l’albero. Dall’altro estremo, ci sono i più fortunati, che davanti a fastose tavole imbandite o centinaia di giocattoli impacchettati restano indifferenti e quasi sdegnati, dimentichi ormai della gioia delle cose semplici. Ricorre il tema del dono, delle sue remote origini e dei suoi più profondi significati, soprattutto ne “Il dono dei Re Magi” di O. Henry.
Ogni storia è un travaglio interiore. E’ emozionante e toccante a modo suo, risveglia l’immaginazione e riesce a trasportarci nella nostra tenera infanzia che rischiamo quasi di dimenticare.

Davanti a un tè caldo o una buona cioccolata, “Racconti di Natale” è il libro perfetto per coccolarci in questa fredda Vigilia di Natale.

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...