Archivi della categoria: Letteratura nordica

Diario- Anna Frank

Ho finito di leggerlo due settimane fa, ho sentito il bisogno di un attimo di riflessione prima di iniziare a scriverci su: quasi come uno scherzo del destino oggi sono seduta qui a scrivere di questa preziosissima testimonianza storica, proprio oggi, nella Giornata Mondiale della Cultura Ebraica. Ho atteso questo confronto da tempo, ho tanto …

Continua a leggere

L’uomo che voleva essere colpevole- Henrik Stangerup

Gli esaltanti, euforici anni ’60 costituiscono lo sfondo sociale in cui Torben, scrittore danese, vive insieme alla sua famiglia -cioè moglie e figlio-. Confuso dall’eccessivo consumo di alcol, una sera Torben uccide in casa la moglie. Diventa un assassino: ma questo, alla società non importa. Non importa agli Assistenti, non importa allo psichiatra, ai colleghi. …

Continua a leggere

Elogio alla follia- Erasmo da Rotterdam

Una lettura che da tempo avevo in programma e che è sbocciata in una giornata qualsiasi di primavera. Una delle tante giornate in cui i libri per gli esami reclamano l’attenzione che ostinatamente rivolgi alle cose più banali (“oh, un moscerino!), in cui gli impegni si accavallano ma tu fai finta di non sentirteli addosso. …

Continua a leggere

Cattiva maestra televisione-Karl Popper

Ho pescato dalla mia libreria questo saggio: numero di pagine molto ridotto, circa 120. Il destinatario della critica del filosofo ed epistemologo viennese risulta chiara sin dal titolo. Il saggio è curato da Giancarlo Bosetti, che introduce il testo di Popper con il paragrafo “Dal villaggio all’asilo d’infanzia (globale)” , ricco di riferimenti storici e bibliografici. …

Continua a leggere